sabato 9 marzo 2013

Pollo allo spiedo come in rosticceria anzi meglio!!


Care amiche blogger forse non avrò scoperto l'acqua calda e probabilmente lo sapranno fare in molte ma io ho finalmente imparato a fare un pollo allo spiedo sublime, saporito, morbido e con la pelle croccante.
Prima di imparare andavo in rosticceria come tutti e spesso anche nei supermercati di grandi marchi ma rimanevo sempre scontenta perché il pollo allo spiedo era quasi sempre secco e stopposo e riuscivi a mangiarlo solo mettendogli sopra quintali di maionese, poi l'illuminazione e dopo vari tentativi andati mali ecco il pollo allo spiedo perfetto.
Ma cosa ci sarà di così difficile direte voi????
Beh, se non si rispettano delle regole il vostro pollo risulterà insipido dentro, l'aspetto sarà molto invitante ma il gusto scialbo e allora mettiamoci all'opera per capire come fare un buonissimo pollo allo spiedo meglio della rosticceria sfruttando direttamente il forno di casa nostra.

INGREDIENTI:
  • 1 POLLO 
  • ERBE AROMATICHE MISTE ( AGLIO, ORIGANO, SALVIA, ROSMAARINO, ALLORO, PEPE NERO) o Insaporitore per arrosto 
  • Olio evo o strutto
  • Sale
Per prima cosa bisogna ungere il nostro pollo con olio o strutto e massaggiarlo per bene.
Fatto questo preparate il vostre sale aromatizzato frullando una parte di sale grosso con le spezie aiutandovi con un frullatore oppure, fate come me, acquistate un insaporitore per arrosti e cospargete il pollo, massaggialo e non dimenticate di metterlo anche all'interno del pollo.
A questo punto procuratevi una busta da surgelati capiente, inseritevi dentro il pollo così aromatizzato e mettetelo in frigo per una notte, questa operazione permetterà agli aromi di insaporire la carne e darle la giusta sapidità.

Il giorno successivo estraete il pollo dal sacchetto e poggiatelo sopra una gratella, io uso quella per glassare le torte, usate qualsiasi cosa abbia fori e che possa resistere alle alte temperature del forno e inserite sotto una piccola teglia con due dita d'acqua che servirà a raccogliere il grasso che colerà dalla pelle,  inoltre l'acqua permetterà alla carne di rimanere morbida ed idratata.



La temperatura del forno non dovrà superare i 200 °C altrimenti la pelle si brucerà e il pollo non cuocerà bene.
Iniziate così a cuocere la parte del petto per almeno 45 minuti dopodiché rigiratlo e cuocete per un'altra mezz'ora.
A questo punto il pollo dovrebbe esser cotto, ma considerando che la cottura varia in base alla sua grandezza potrete tagliarlo in due con le forbici e vedere se all'interno è ben cotto, non vede presentare parti rosate, se fosse ancora crudo allora potrete riporlo in forno per un altro quarto d'ora per ultimare la cottura.
Servite ben caldo come più vi aggrada!


9 commenti:

  1. ammazzzzaaaaaaa... che spettacolo

    RispondiElimina
  2. Che buono lo adoro!!! ho comprato anche io quesi sacchetti li proverò presto....beuona serata

    RispondiElimina
  3. Che pollo ben cotto, sembra davvero quello della rosticceria. Sicuramente il tuo avrà un sapore decisamente migliore :)
    Un'idea per il pranzo di domani.

    RispondiElimina
  4. grazie per i consigli!! in effetti per farlo cuocere bene, mi viene tendenzialmente un po' asciutto..
    a presto

    RispondiElimina
  5. ma che belle ricette!da oggi tua nuova follower ti aspetto da me...

    http://assaggi-incucina.blogspot.it

    RispondiElimina
  6. la preparazione va bene!...però mi presenti la griglia e non lo spiedo A.F.

    RispondiElimina
  7. Anonimo il pollo non é alla griglia...ovvio ke nn tuttu possiedono lo spiedo in casa mentre una griglia la si trova in casa...il risultato non canbia anzi direi ke qst procedimento lo rende meno asciutto...quindi meglio dello spiedo x qnt mi riguarda.

    RispondiElimina
  8. Bella ricetta ...ma si può fare il coniglio con la stessa procedura?

    RispondiElimina

Se hai lasciato un commento significa che la mia ricetta ti ha colpito....allora mi raccomando provala!!!

sabato 9 marzo 2013

Pollo allo spiedo come in rosticceria anzi meglio!!


Care amiche blogger forse non avrò scoperto l'acqua calda e probabilmente lo sapranno fare in molte ma io ho finalmente imparato a fare un pollo allo spiedo sublime, saporito, morbido e con la pelle croccante.
Prima di imparare andavo in rosticceria come tutti e spesso anche nei supermercati di grandi marchi ma rimanevo sempre scontenta perché il pollo allo spiedo era quasi sempre secco e stopposo e riuscivi a mangiarlo solo mettendogli sopra quintali di maionese, poi l'illuminazione e dopo vari tentativi andati mali ecco il pollo allo spiedo perfetto.
Ma cosa ci sarà di così difficile direte voi????
Beh, se non si rispettano delle regole il vostro pollo risulterà insipido dentro, l'aspetto sarà molto invitante ma il gusto scialbo e allora mettiamoci all'opera per capire come fare un buonissimo pollo allo spiedo meglio della rosticceria sfruttando direttamente il forno di casa nostra.

INGREDIENTI:
  • 1 POLLO 
  • ERBE AROMATICHE MISTE ( AGLIO, ORIGANO, SALVIA, ROSMAARINO, ALLORO, PEPE NERO) o Insaporitore per arrosto 
  • Olio evo o strutto
  • Sale
Per prima cosa bisogna ungere il nostro pollo con olio o strutto e massaggiarlo per bene.
Fatto questo preparate il vostre sale aromatizzato frullando una parte di sale grosso con le spezie aiutandovi con un frullatore oppure, fate come me, acquistate un insaporitore per arrosti e cospargete il pollo, massaggialo e non dimenticate di metterlo anche all'interno del pollo.
A questo punto procuratevi una busta da surgelati capiente, inseritevi dentro il pollo così aromatizzato e mettetelo in frigo per una notte, questa operazione permetterà agli aromi di insaporire la carne e darle la giusta sapidità.

Il giorno successivo estraete il pollo dal sacchetto e poggiatelo sopra una gratella, io uso quella per glassare le torte, usate qualsiasi cosa abbia fori e che possa resistere alle alte temperature del forno e inserite sotto una piccola teglia con due dita d'acqua che servirà a raccogliere il grasso che colerà dalla pelle,  inoltre l'acqua permetterà alla carne di rimanere morbida ed idratata.



La temperatura del forno non dovrà superare i 200 °C altrimenti la pelle si brucerà e il pollo non cuocerà bene.
Iniziate così a cuocere la parte del petto per almeno 45 minuti dopodiché rigiratlo e cuocete per un'altra mezz'ora.
A questo punto il pollo dovrebbe esser cotto, ma considerando che la cottura varia in base alla sua grandezza potrete tagliarlo in due con le forbici e vedere se all'interno è ben cotto, non vede presentare parti rosate, se fosse ancora crudo allora potrete riporlo in forno per un altro quarto d'ora per ultimare la cottura.
Servite ben caldo come più vi aggrada!


9 commenti:

  1. ammazzzzaaaaaaa... che spettacolo

    RispondiElimina
  2. Che buono lo adoro!!! ho comprato anche io quesi sacchetti li proverò presto....beuona serata

    RispondiElimina
  3. Che pollo ben cotto, sembra davvero quello della rosticceria. Sicuramente il tuo avrà un sapore decisamente migliore :)
    Un'idea per il pranzo di domani.

    RispondiElimina
  4. grazie per i consigli!! in effetti per farlo cuocere bene, mi viene tendenzialmente un po' asciutto..
    a presto

    RispondiElimina
  5. ma che belle ricette!da oggi tua nuova follower ti aspetto da me...

    http://assaggi-incucina.blogspot.it

    RispondiElimina
  6. la preparazione va bene!...però mi presenti la griglia e non lo spiedo A.F.

    RispondiElimina
  7. Anonimo il pollo non é alla griglia...ovvio ke nn tuttu possiedono lo spiedo in casa mentre una griglia la si trova in casa...il risultato non canbia anzi direi ke qst procedimento lo rende meno asciutto...quindi meglio dello spiedo x qnt mi riguarda.

    RispondiElimina
  8. Bella ricetta ...ma si può fare il coniglio con la stessa procedura?

    RispondiElimina

Se hai lasciato un commento significa che la mia ricetta ti ha colpito....allora mi raccomando provala!!!

Ricevi le mie ricette per e-mail

Qualcosa di me..

La mia foto
Sono una piccola donnina classe 1979, siciliana di nascita amo tantissimo la cucina...il mio sogno è aprire una piccola trattoria ma so bene che lì non sono permessi sbagli e allora intanto faccio pratica nella mia casetta emiliana dove tra farina, uova e zucchero creo i miei piatti...amo moltissimo fare i dolci, ma non tanto mangiarli. Forse un giorno chissà anche io potrò realizzare uno dei miei sogni...del resto non è mai troppo tardi!