sabato 15 dicembre 2012

GELATINA di Maiale



Vi presento un piatto tipicamente siciliano che nasce dall'esigenza di utilizzare parte del maiale che normalmente verrebbero buttati come pidini, cotenna, orecchie che poi sono essenziali per la riuscita di questo piatto visto che sono proprio questi che aiutano il brodo di cottura a coagularsi diventando una gustosa gelatina.
Per realizzare questo piatto avrò speso non più di € 6,00 e se avete un macellaio di fiducia alcune cose ve le regalerà perchè in genere vanno buttate.
Io nella mia gelatina non ho messo le orecchie del maiale perchè non le ho trovate ma danno quella callosità che quando si mangia la gelatina è proprio piacevole.
Certo se pensi a quello che c'è dentro non riesci a mangiarla, almeno io, sono parti del maiale che a me impressionano parecchio e c'è chi addirittura mette anche la testa.
Una parte della carne è bovina, un pezzo da bollito che nel suo insieme ha un suo perchè.

Iniziamo!!!

INGREDIENTI:
  • 600 gr di spezzatino di Maiale
  • 500 gr di carne da Bollito
  • 1 piedino di maiale
  • 400 gr di cotenna
  • 2 orecchie di maiale
  • 8 limoni piccoli
  • Pepe
  • Sale
  • Peperoncino

PREPARAZIONE:
Mettere tutta la carne in una pentola capiente e coprire con acqua, saliamo, mettiamo abbondante pepe nero e cuociamo per almeno 4 ore o fino che la carne si sarà staccata dall'osso e si sfilaccerà con una forchetta,
A questo punto preleviamo la carne e la mettiamo dentro una ciotola e iniziamo a sfilacciarla con la forchetta eliminando le ossa.
Lasciamo sia il brodo che la carne fuori per una notte, questo servirà al brodo per rapprendersi un pò e per sgrassarlo. Il giorno seguente il brodo avrà fatto in superficie una platina bianca che non è altro che il grasso, togliamolo un pò con l'aiuto di un cucchiaio.
Spremiamo a questo punto i limoni facendo attenzione a tirarne via i semini e versiamo il succo nel brodo mescolando, vedrete che il brodo d'improvviso diventerà più chiaro.
Scaldiamo il brodo in modo che si sciolga tutto bene mentre in una pirofila a bordi alti mettiamo del peperoncino, sistemiamo la carne sfilacciata fino quasi ai bordi e versiamo brodo per coprire la carne.
A questo punto lasciamo a raffreddare per tutta la giornata, le prime due ore fuori dal frigorifero e poi mettiamo il tutto in frigo.
Quando dobbiamo sformare aiutiamoci con una spatola staccando i bordi e capovolgiamo sopra una piatto da portata.

3 commenti:

  1. Ciao mi son ricordata che mia madre lo faceva ed è buono l' avevo dimenticato :) Rosalba

    RispondiElimina
  2. Mio marito adora questa gelatina, complimenti.

    RispondiElimina
  3. mai provata, deve essere appetitosa, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina

Se hai lasciato un commento significa che la mia ricetta ti ha colpito....allora mi raccomando provala!!!

sabato 15 dicembre 2012

GELATINA di Maiale



Vi presento un piatto tipicamente siciliano che nasce dall'esigenza di utilizzare parte del maiale che normalmente verrebbero buttati come pidini, cotenna, orecchie che poi sono essenziali per la riuscita di questo piatto visto che sono proprio questi che aiutano il brodo di cottura a coagularsi diventando una gustosa gelatina.
Per realizzare questo piatto avrò speso non più di € 6,00 e se avete un macellaio di fiducia alcune cose ve le regalerà perchè in genere vanno buttate.
Io nella mia gelatina non ho messo le orecchie del maiale perchè non le ho trovate ma danno quella callosità che quando si mangia la gelatina è proprio piacevole.
Certo se pensi a quello che c'è dentro non riesci a mangiarla, almeno io, sono parti del maiale che a me impressionano parecchio e c'è chi addirittura mette anche la testa.
Una parte della carne è bovina, un pezzo da bollito che nel suo insieme ha un suo perchè.

Iniziamo!!!

INGREDIENTI:
  • 600 gr di spezzatino di Maiale
  • 500 gr di carne da Bollito
  • 1 piedino di maiale
  • 400 gr di cotenna
  • 2 orecchie di maiale
  • 8 limoni piccoli
  • Pepe
  • Sale
  • Peperoncino

PREPARAZIONE:
Mettere tutta la carne in una pentola capiente e coprire con acqua, saliamo, mettiamo abbondante pepe nero e cuociamo per almeno 4 ore o fino che la carne si sarà staccata dall'osso e si sfilaccerà con una forchetta,
A questo punto preleviamo la carne e la mettiamo dentro una ciotola e iniziamo a sfilacciarla con la forchetta eliminando le ossa.
Lasciamo sia il brodo che la carne fuori per una notte, questo servirà al brodo per rapprendersi un pò e per sgrassarlo. Il giorno seguente il brodo avrà fatto in superficie una platina bianca che non è altro che il grasso, togliamolo un pò con l'aiuto di un cucchiaio.
Spremiamo a questo punto i limoni facendo attenzione a tirarne via i semini e versiamo il succo nel brodo mescolando, vedrete che il brodo d'improvviso diventerà più chiaro.
Scaldiamo il brodo in modo che si sciolga tutto bene mentre in una pirofila a bordi alti mettiamo del peperoncino, sistemiamo la carne sfilacciata fino quasi ai bordi e versiamo brodo per coprire la carne.
A questo punto lasciamo a raffreddare per tutta la giornata, le prime due ore fuori dal frigorifero e poi mettiamo il tutto in frigo.
Quando dobbiamo sformare aiutiamoci con una spatola staccando i bordi e capovolgiamo sopra una piatto da portata.

3 commenti:

  1. Ciao mi son ricordata che mia madre lo faceva ed è buono l' avevo dimenticato :) Rosalba

    RispondiElimina
  2. Mio marito adora questa gelatina, complimenti.

    RispondiElimina
  3. mai provata, deve essere appetitosa, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina

Se hai lasciato un commento significa che la mia ricetta ti ha colpito....allora mi raccomando provala!!!

Ricevi le mie ricette per e-mail

Qualcosa di me..

La mia foto
Sono una piccola donnina classe 1979, siciliana di nascita amo tantissimo la cucina...il mio sogno è aprire una piccola trattoria ma so bene che lì non sono permessi sbagli e allora intanto faccio pratica nella mia casetta emiliana dove tra farina, uova e zucchero creo i miei piatti...amo moltissimo fare i dolci, ma non tanto mangiarli. Forse un giorno chissà anche io potrò realizzare uno dei miei sogni...del resto non è mai troppo tardi!