domenica 18 novembre 2012

Vellutata di zucca con cuore di besciamella


Nelle sere fredde non c'è nulla di meglio che una calda e avvolgente vellutata di zucca con cuore di besciamella. In realtà la ricetta prevedeva la panna ma per mantenermi sul leggero ho pensato di preparare una besciamella light al volo che, secondo me, ci stava benissimo...l'unico tocco verde che avevo era il finocchio che dentro la vellutata però non c'è.
Facile facile da realizzare e servita in questo modo fa anche la sua figura.
Se vorrete potrete servire con cubetti di pane tostato.

INGREDIENTI:

  • ZUCCA 
  • DADO
  • CIPOLLA
  • OLIO EVO
  • ACQUA 
  • PEPE NERO
  • PEPERONCINO
PER LA BESCIAMELLA:
  • 250 GR DI LATTE
  • 15 GR DI FARINA
  • NOCE MOSCATA
  • SALE
PROCEDIMENTO:

Per facilitare l'estrazione della polpa della zucca io l'ho tagliata in due e l'ho messa in forno per una mezzoretta fino a quando la forchetta si infilzava perfettamente.
Poi ho scavato la polpa con un cucchiaio, ho fatto un soffritto di cipolla, aggiunto la zucca, l'acqua fino a coprirla e il dado, ho macinato un pò di pepe nero.
Ho fatto bollire per 30 minuti fino a che i gusti si sono amalgamati e frullato con un minipnner.
Ho preparato la besciamella mescolando la farina con poco latte per farla sciogliere, aggiunto il restante latte e fatta addensare sul fuoco medio.
Ho messo la vellutata dentro una ciotola , con un cucchiaio versato al centro la besciamella, cosparso ancora pepe nero e peperoncino fresco tagliato a lamelle, infine ho decorato con un pò di finocchio.



1 commento:

  1. ciao Flò, la crema di zucca mi piace tanto, poi tu l'hai presentata davvero bene, è molto bello il contrasto tra l'arancio e l'azzurro! complimenti e buona notte!

    RispondiElimina

Se hai lasciato un commento significa che la mia ricetta ti ha colpito....allora mi raccomando provala!!!

domenica 18 novembre 2012

Vellutata di zucca con cuore di besciamella


Nelle sere fredde non c'è nulla di meglio che una calda e avvolgente vellutata di zucca con cuore di besciamella. In realtà la ricetta prevedeva la panna ma per mantenermi sul leggero ho pensato di preparare una besciamella light al volo che, secondo me, ci stava benissimo...l'unico tocco verde che avevo era il finocchio che dentro la vellutata però non c'è.
Facile facile da realizzare e servita in questo modo fa anche la sua figura.
Se vorrete potrete servire con cubetti di pane tostato.

INGREDIENTI:

  • ZUCCA 
  • DADO
  • CIPOLLA
  • OLIO EVO
  • ACQUA 
  • PEPE NERO
  • PEPERONCINO
PER LA BESCIAMELLA:
  • 250 GR DI LATTE
  • 15 GR DI FARINA
  • NOCE MOSCATA
  • SALE
PROCEDIMENTO:

Per facilitare l'estrazione della polpa della zucca io l'ho tagliata in due e l'ho messa in forno per una mezzoretta fino a quando la forchetta si infilzava perfettamente.
Poi ho scavato la polpa con un cucchiaio, ho fatto un soffritto di cipolla, aggiunto la zucca, l'acqua fino a coprirla e il dado, ho macinato un pò di pepe nero.
Ho fatto bollire per 30 minuti fino a che i gusti si sono amalgamati e frullato con un minipnner.
Ho preparato la besciamella mescolando la farina con poco latte per farla sciogliere, aggiunto il restante latte e fatta addensare sul fuoco medio.
Ho messo la vellutata dentro una ciotola , con un cucchiaio versato al centro la besciamella, cosparso ancora pepe nero e peperoncino fresco tagliato a lamelle, infine ho decorato con un pò di finocchio.



1 commento:

  1. ciao Flò, la crema di zucca mi piace tanto, poi tu l'hai presentata davvero bene, è molto bello il contrasto tra l'arancio e l'azzurro! complimenti e buona notte!

    RispondiElimina

Se hai lasciato un commento significa che la mia ricetta ti ha colpito....allora mi raccomando provala!!!

Ricevi le mie ricette per e-mail

Qualcosa di me..

La mia foto
Sono una piccola donnina classe 1979, siciliana di nascita amo tantissimo la cucina...il mio sogno è aprire una piccola trattoria ma so bene che lì non sono permessi sbagli e allora intanto faccio pratica nella mia casetta emiliana dove tra farina, uova e zucchero creo i miei piatti...amo moltissimo fare i dolci, ma non tanto mangiarli. Forse un giorno chissà anche io potrò realizzare uno dei miei sogni...del resto non è mai troppo tardi!